Gio. Feb 9th, 2023


Nel giorno dell’incontro tra il clochard Giorgio e Silvio  lo scrittore durante la chiacchierata al caffè degli artisti comparvero molte verità nascoste dei due protagonisti.
Giorgio raccontava allo scrittore Silvio che prima che diventava Clochard lui voleva diventare uno scrittore.
La strada inversa che Silvio voleva provare era quella di diventare un Clochard per un tempo limitato per valorizzare la vita di un povero.
Il segreto che c’era scritto nel fogliettino perso da Giorgio era un passo del suo sogno che stava scrivendo.
Giorgio aveva scritto in quel piccolo foglietto la mia vita.
“La mia vita è stata sempre fatta di feste lussuose dove il benessere faceva scomparire il benessere.”
Il suo racconto prosegui con una affermazione che era l’opposto della sua vita che stava vivendo ora.
“Io quando vedevo un senza tetto che dormiva per strada mi spostavo e deridevo insieme agli amici.”
“La vita che stavo vivendo è come un ricordo che non volevo che finiva mai perché a causa della mi presunzione ora mi trovo a vivere per strada dove gli amici mi passano davanti e deridono di me.”
“Tu Silvio il mio amico scrittore se l’unico che mi considera quando mi passa davanti è per questo motivo , io voglio imparare a scrivere come te.”
“Grazie amico mio Silvio se solo un giorno vivremo insieme in strada io scriverò per te il mio Romanzo”.
La vita dello scrittore Silvio divenne giorno dopo giorno sempre più libera dai pensieri che vivono chi a i soldi.
Le sue giornate erano diventate un girovagare per le vie senza una meta l’unico obbiettivo che aveva era quello di capire come vivono i senza tetto.
Silvio il nuovo clochard al mattino si fermava davanti al servizio della caritas “Il Pane Quotidiano di Villa San Giovanni a Milano” per fare la fila a prendere qualcosa da mangiare.
Quello che faceva nel resto della giornata era di girare per la città per vivere senza pensieri e preoccupazioni sule bollette che non aveva pagato perchè la luce e il vitto della caritas veniva pagato dallo stato o dai contributori volontari.
Nel primo periodo di vita da Clochard ex scrittore Silvio pensava che la vita dei senza tettto era senza pensieri quello che a lui per ora gli bastava era solo un pò di cibo che elemosinava  dalle persone ricche come lui faceva nel passato quando lui lo era.
Giorgio voleva provare ha vivere da clochard con il suo amico Silvio il nuovo Clochard.
Ma Giorgio all’improvviso una mattina di primaverà per puro caso ricevette una monetina di 2 euro che con quei soldi volle comprare un gratti e vinci che gli permetto di vincere una grande cifra.
La vita che Giorgio s’immaginava di vivere con il amico Silvio per via del destino inverso cambio per lui facendolo diventare milionario.
Silvio il famoso e ricco scrittore divenne un Clochard mentre Giorgio il vero Clochard povero divenne ricco.
Quello tutto in quel momento sembrava un cattivo presagio che i due nuovi amici pensarono al bar del Caffè degli artisti divenne realta.
Ma i due protagonisti non erano preparati al scambio della loro storia perchè ex Clochard Giorgio si tovava in mezzo a una nuova realta che non viveva da tempo mentre Silvio da Clochard dove nelle giornate d’inverno quando faceva freddo non amava condividere la propria vita con altre persone pronte ad approfittarsi di quello che la vita gli offriva chi lo incontrava.
Le mancie delle persone che in strada lo incontravano erano sempre tante perchè lui nella città di Milano era famoso se pure adesso viveva come Clochard quindi gli altri senza tetto erano gelosi di lui.
Una buona abitudine che il nuovo stato di vita gli aveva fatto perdere era quella di scrivere pagine sui fogli di carta della frutta che recuperava il pomeriggio quando faceva il giro dei mercati nelle strade.
Quando in uno scrittore nasce con il pensiero di scrivere lo fa sia da ricco che da povero perchè la passione per la scrittura come quella della lettura è una visione che ti rimane sempre dentro con una grande voglia di vivere sognando.
Il nuovo Clochard Silvio da ricco prima scriveva i suoi pensieri con un Personal Computer adesso non avendo a diposizione la tecnologia lo faceva sulle carte dei giornali che lo ricropivano mentre dormiva sotto un portico.
Una grande differenza c’era tra i destini di questi due amici a riguardo delle abitutidini di vita.
Giorgio ex senza tetto quando divenne ricco si trovo a gestire la nuova vita fatta piena di soldi per aiutare gli altri.
Il nuovo clochard Silvio ex scrittore quando era ricco non aiutava nessuno quello che faceva lo faceva solo per piacere a se stesso.
 
 
 
 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.